lunedì, 30 MarzoUn sito per il territorio locale

Il Volley Valsessera esce sconfitto dalla trasferta Valsesiana,una prova che aiuta a crescere.

Amichevole TVV VCG femminile

Esordio amaro per la squadra di coach Morano, i padroni di casa mettono a dura prova la prima uscita delle valsesserine.

Incontro amichevole che segna un secco 4 a 0 sul taccuino di gara , una media, per le ragazze ospite, di soli 10 punti a set, un punto di partenza da prendere come crescita verso un futuro più concreto.

Le azzurre del Valsessera Crazy Gym di Crevacuore partono con Laura Di Stefano e Rosa Maltese in palleggio, Veronica Sanges ed Isabella Parola al centro, bande Azzurra Zanella e Benedetta De Marco.

L’emozione traspariva nei volti e nelle giocate delle ragazza dalla maglia azzurra, giocate a volte un po’ troppo affrettate, lasciando strada libera ai colpi delle avversarie assetate di punti. La difficoltà in ricezione compromette parte del gioco aereo dando poche occasioni di sfruttare l’attacco di prima linea.

Il Team Gessi ottiene il massimo dalle palle corte incrinando così la retroguardia ospite, in ritardo di tempo senza garantire un appoggio preciso per il contrattacco.

Un punto a favore tutto il pubblico della Valle del Sessera che fin dai primi minuti ha elogiato e applaudito le neofite del volley … 50 persone che aspettavano il break vincente per dare, con il proprio plauso, una marcia in più verso un traguardo congruo alle proprie aspettative.

Nel secondo set un cambio dei laterali di zona 4 con Beatrice Chiara e Giulia Algarotti, anche in questo caso l’emozione gioca brutti scherzi e la preoccupazione di fare il giusto agevola l’errore. La ricezione migliora a sprazzi lasciando comunque un solco in difesa verso zona 1.

Nel terzo set altra sostituzione con Giorgia Roncarolo e Martina Facciotti, ragazze dalle lunghe leve…ancora povere nel proprio bagaglio tecnico, ma dalle vertiginose supremazie in alta quota.

“E’ stato il primo banco di prova, la prima emozione di stare in campo, incontrare un squadra vera e un primo impatto con un pubblico esemplare e dominate a contorno….l’obiettivo era portare a casa una vittoria non in termini di set o punti ma di lavoro fin qui svolto, purtroppo in quei momenti la testa fatica a trovare la soluzione lasciando a tacere le tecniche fin qui apprese” prosegue Morano “E’ meglio commettere un errore facendo un gesto corretto e cercando di seguire i consigli e le tecniche fin qui appurate che deviare il tutto verso qualcosa somigliante al mondo pallavolistico ma verosimile ad linguaggio dozzinale del volley scolastico”.

“Le ragazze hanno voglia di imparare e sono sicuro che con maggiore determinazione, grinta e convinzione nei propri mezzi si potranno raggiungere ottimi risultati”.

Seguici:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)