lunedì, 24 FebbraioUn sito per il territorio locale

Programma liturgico di settimana: novembre – dicembre 2019

PAROLA DI DON ALBERTO ALBERTAZZI Domenica 24 novembre è la giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del clero. E allora ne parliamo un po’. Come sopravvivono preti e vescovi? Diciamo subito che un prete appena ordinato riceve € 903,52 mensili per dodici mensilità. Un vescovo vicino alla pensione riceve € 1404,96 per dodici mensilità. Un diacono, che è clero anche lui, invece deve arrangiarsi. Chi paga lo stipendio a preti e vescovi?
  1. Un parroco, a proprio sostentamento, può prelevare 7 centesimi mensili per abitante dal fondo parrocchiale;
  2. Interviene a integrazione l’Istituto Centrale per il sostentamento del clero. Ma dove prende i soldi? Dalle offerte liberali dei fedeli, appositamente destinate al sostentamento del clero, da versarsi su conto corrente postale, allegato ai pieghevoli reperibili in chiesa parrocchiale;
  3. Ma non bastano; per: lo stipendio dei circa 34mila sacerdoti diocesani viventi in Italia occorrono 530 milioni; e le offerte liberali dei fedeli (anno 2017) arrivano appena a 9,6 milioni. E il resto dove lo si raccatta? Dal fondo 8xmille. Concretamente dunque al sostentamento del clero contribuisce solo un abitante su 823, e non si esclude che questo solitario sia un prete.
Se si riesce a incrementare le offerte liberali è certamente un buon risultato.
Modalità di versamento oltre al classico cc postale, sopra menzionato, si possono trovare nel sito www.insiemeaisacerdoti.it E’ pur vero che il sacerdote che celebra una S. Messa secondo intenzioni dei fedeli può trattenere per sé € 10,00. Ma non raramente questi soldi vanno a finire al fondo parrocchiale. E i 7 centesimi per abitante da qualche parroco vengono accantonati per aiuti caritativi a parrocchiani bisognosi. Inoltre gli spostamenti in auto da una parrocchia all’altra il parroco se li paga di tasca sua e non li mette a carico della parrocchia.
E non si dimentichi che l’offerta a sostentamento del clero può essere dedotta dalla dichiarazione dei redditi.
GRAZIE A CHI CAPTA EFFICACEMENTE
QUESTO MESSAGGIO! Foglio delle messe.
Seguici:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)